i nostri consulenti legali

esperti in diritto internazionale, seguiranno i vostri business passo passo, dalla firma dei protocolli d'intesa alla stipula dei contratti, secondo le vostre esigenze e nel pieno rispetto delle rispettive Legislazioni.

Tutte le Aziende con esperienze internazionali sanno che tutelare da subito il proprio progetto di Business mette al riparo da costose e spesso inutili dispute legali in Tribunali stranieri.

TRASFERIRE la PROPRIA SOCIETA' all'ESTERO

Sempre più società italiane trasferiscono la propri sede legale all'estero, sia in paesi comunitari che extra comunitari.  I motivi che spingono a questa migrazione sono fondamentalmente 2: i vantaggi fiscali offerti da molti paesi stranieri e le norme e procedure legislative assai più semplificate per la costituzione di joint venture e partnership, per la partecipazione ad appalti e gare internazionali.

 

 

Come trasferire la società in un Paese UE

  • Modello S2 – riquadro 5 – codice atto A04 per le società di persone – codice atto A05 per le società di capitali – nel modello note verrà indicato che la società intende assoggettarsi all’ordinamento giuridico del paese comunitario di destinazione come risultante dall’atto
  • Obbligato al deposito:il notaio;
  • Termine: 30 giorni;
  • Allegati: copia autentica dell’atto modificativo in formato .pdf/a con eventuale statuto aggiornato firmato digitalmente dal notaio;·       

 

Come trasferire la società in un Paese Extra UE

  •  Modello S2 – riquadro 5 – codice atto A04 per le società di persone – codice atto A05 per le società di capitali – nel modello note verrà indicato che la società intende assoggettarsi all’ordinamento giuridico del paese extracomunitario di destinazione come risultante dall’atto;
  • Obbligato al deposito:il notaio;
  • Termine: 30 giorni;
  • Allegati: copia autentica dell’atto modificativo in formato .pdf/a con eventuale statuto aggiornato firmato digitalmente dal notaio;
  • Se la normativa del paese prescelto ammette i trasferimenti di sede legale dall’Italia, il notaio/amministratore, al termine della prima fase, dovrà procedere con la cancellazione presentando:
  • Modello S3 – codice atto A14, riquadro 6;
  • Obbligato al deposito:l’amministratore;
  • Termine: nessuno        

 

TRASFERIRE LA SOCIETA' IN MAROCCO

Sempre più Aziende italiane stanno scoprendo il vicino Marocco come opportunità per rilanciare la propria attività. Anni di crisi e recessione hanno colpito profondamente quasi tutte le attività imprenditoriali: alcune di esse hanno scelto di voltare pagina e di trasferire la propria società in Marocco, paese che alla luce dei recenti avvenimenti che hanno sconvolto la geopolitica del maghreb, sta dimostrando nei fatti la propria stabilità politica, ma soprattutto lo sviluppo di una economia in forte crescita da quasi un decennio.

 

Le agevolazioni fiscali, normative e finanziarie che questo paese concede alle società straniere che trasferiscono il proprio know how sono a dir poco eccezionali: esenzione totale dal pagamento delle Imposte sugli utili d'impresa per i primi 5 anni di attività, e riduzione al 50% per i successivi 5 anni, sovvenzioni fino all'80% a fondo perduto per la formazione del personale e gli investimenti tecnologici, diritto di rimpatriare al 100% gli utili d'impresa, oltre che a partecipazione privilegiata ad appalti pubblici in materia di nuove tecnologie, energie rinnovabili, telecomunicazione, sviluppo aree rurali e infrastrutture.